Versione accessibile

Turismo Pedemontano Veneto

Presentazione progetto Turismo Pedemontano Veneto

.

logo turismo pedemontano veneto

TURISMO PEDEMONTANO VENETO

Qualificazione e collegamento delle reti di percorsi nella Pedemontana e Colline del Veneto

50 Comuni, un'area, un progetto condiviso

Il Progetto di Cooperazione Interterritoriale “Turismo Pedemontano Veneto” si configura come la prima esperienza di organizzazione territoriale turistica della nuova area tematica pedemontana e colli, prevista dalla legge regionale del Veneto.

Si tratta concretamente, di una serie di interventi materiali, sviluppati sulla base di un unico approccio condiviso, attraveso la Misura 313 Azione 1, ubicati nelle aree collinari pedemontane delle province di Verona, Vicenza e Treviso, che prevedono la realizzazione di aree di sosta e informazione per il turista "itinerante" che percorrerà, in auto, a piedi o i bicicletta molti percorsi tra ville, borghi storici, paesaggi culturali e colturali. Le piazzole informative avranno due tipi di tabelle, una di livello generale e una specifica per il territorio. Le tabelle saranno organizzate anche con un QRcode che rimanda al sito turistico regionale www.veneto.to e saranno geolocalizzate.

Il progetto ha l'obiettivo di collegare i principali itinerari presenti nell’area riconosciuti a livello regionale, come le strade del vino Valpolicella, Soave, Durello, Gambellara, Torcolato, Prosecco, già organizzate e collaudate come associazioni di promozione turistica. La qualificazione dei percorsi, adottando un’immagine, una segnaletica e moduli costruttivi comuni, è orientata alla promozione della cultura e delle risorse del territorio, dell’enogastronomia e dello sport-cicloturismo.

La rete delle piste ciclabili con l'apposita tabellazione sarà collegata e organizzata con le nuove piazzole informative, ubicate in cinquanta comuni, dei 5 GAL coinvolti nel progetto. Anche la segnaletica e la tabellazione specifica per la Rete Escursionistica Veneta sarà per la prima volta organizzata in questa zona strategica per lo sviluppo turistico del Veneto.

Per quanto riguarda la sezione locale del GAL Montagna Vicentina, il progetto si sviluppa su 4 aree: gli interventi nell’ambito della pdf Comunità Montana Astico Brenta (369 KB) , prevedono la posa della segnaletica e la realizzazione di dieci aree informative e di sosta lungo la Strada del Vino Torcolato e doc Breganze, la Strada della Ciliegia di Marostica e la Strada dei Maroni di Mortisa, lungo la quale sono previsti interventi di ripristino del percorso. Nell’area pdf Valdastico-Lastebasse (368 KB) , gli interventi prevedono la posa della segnaletica, il ripristino del percorso e la realizzazione di due aree di sosta lungo la Ciclabile sulla strada del trenino. La stessa tipologia d’interventi è prevista nell’area pdf Posina-Laghi (368 KB) , riqualificando i sentieri di collegamento tra le contrade dei due comuni lungo il Sentiero Europeo E5. Nell’Ambito della pdf Comunità Montana Agno Chiampo (371 KB) , è infine prevista la realizzazione di 4 aree informative e di sosta ed interventi di ripristino delle reti di collegamento alla Strada del Vino “Lessini Durello”. Il totale delle risorse impegnate dal GAL Montagna Vicentina per la progettazione e realizzazione di questi interventi è pari ad Euro 450.000,00.

Mappa TPV ALTAModulo 1 TPVCartina TPV VenetoModulo 2 TPVCopertina TPV Altalogo turismo pedemontano veneto