BREGANZE 

Breganze è un comune italiano di 8666 abitanti della provincia di Vicenza. Il paese sorge nella pedemontana vicentina, diviso a metà tra collina e pianura, alle falde dell’Altopiano di Asiago.
Breganze è terra viticola, di produzione di vini DOC e zona a propensione turistica.
Il territorio di Breganze occupa una delle più gradevoli posizioni del vicentino e si stende tra le Valli dell’Astico e del Laverda.
Il capoluogo è situato alla confluenza del Chiavone Bianco con il Chiavone Nero, là dove i contrafforti digradanti dell’Altopiano dei Sette Comuni arrivano nella vasta pianura vicentina. La parte meridionale del territorio – dove sono gli abitati di Mirabella e Maragnole – è pianeggiante e di origine alluvionale; quella settentrionale è collinare e di natura in gran parte vulcanica.
Il clima è mite: sui colli soleggiati disseminati di ville vengono coltivati, oltre alla vite che qui è regina, l’ulivo, il nespolo giapponese, il pino marittimo; vi sono anche tratti più modesti di bosco in cui convivono il carpino nero e la robinia.

La terra veneta è segnata come nessun’altra in Italia dalla presenza di ville signorili le quali, assieme alle chiese, costituiscono i tratti essenziali di numerosi centri. Breganze ne è un esempio evidente: da qualsiasi parte la si raggiunga viene preannunciata dalle folte macchie dei parchi che circondano le ville padronali poggiate su bellissimi colli, tra i quali si staglia e svetta l’elegante sagoma del campanile. Più nascoste, ma con una presenza rilevante, una rete di piccoli edifici medioevali, le torri colombare.

Il tutto fa di Breganze un ambiente singolare per peculiarità paesaggistiche e architettoniche, oltre che produttive per la rinomanza raggiunta nell’ultimo secolo dai suoi prodotti agricoli e manifatturieri.