“UNA MONTAGNA DI COSE”: LA RINASCITA DELLA MONTAGNA VICENTINA
Notizie
Scritto il 31-08-2020

“UNA MONTAGNA DI COSE”: LA RINASCITA DELLA MONTAGNA VICENTINA

Suggestivo ed emozionante lo spettacolo “Vicino alle nuvole”  ideato e prodotto dall’artista Sara Ferrari e da Tiziano Marchetto, organizzatore della manifestazione, per la montagna vicentina. L’artista, aprendo simbolicamente la narrazione con la segatura del taglio degli alberi caduti sotto la tempesta Vaia, attraverso i granelli di sabbia ha dato vita ad un continuo divenire di forme in cui la natura gloriosa passa attraverso il buio della devastazione per tornare a splendere in ritrovata bellezza.
Le nuvole, filo conduttore della storia, simboleggiano allegoricamente la multiforme ricchezza dell’offerta della montagna vicentina, con la sua fauna e flora, con i prodotti gastronomici, con gli scenari naturali che nella mutevolezza delle stagioni diventano attrazione turistica, per lo sport o per il relax.

Echeggiano ancora nella montagna vicentina le  voci energiche e festose dei ragazzi (di età compresa tra i 7 e i 18 anni) del CORO Arcobaleno Caorle che dopo lungo tempo si sono ritrovati a cantare assieme  sotto la guida della direttrice Maria Dal Rovere.

Lo spettacolo “Voci del bosco” ha celebrato una rinascita, quella del bosco, grazie a giovani voci, ricche di entusiasmo e vivacità, capaci di rappresentare la fiducia nella ripresa di queste terre, trasformate dalla tempesta eppur ancora capaci di tornare a sorridere e ad accogliere i visitatori.